BLOG

L’orecchio dei bambini: i consigli dell’Organizzazione Mondiale della Sanità
15 Marzo 2017 | Blog

L’orecchio dei bambini: i consigli dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

COME POSSO PULIRE L’ORECCHIO DEL MIO BAMBINO?

L’orecchio è un organo auto-pulente, dunque non necessita di alcuna pulizia, se non nella sua parte esterna. Non devono essere usati bastoncini di cotone o liquidi per pulire l’orecchio se non dietro indicazione di uno specialista.

PERCHÉ AL MIO BAMBINO FANNO MALE LE ORECCHIE?

Il mal d’orecchio può essere causato da diverso problemi:
  • tappo di cerume
  • infezione del condotto uditivo (otite esterna)
  • infezione della membrana timpanica
  • presenza di versamento nell’orecchio medio (otite media)
per identificare la causa del problema è indispensabile effettuare una visita specialistica, il dolore all’orecchio non deve essere sottovalutato o trattato con rimedi casalinghi

COME POSSO PREVENIRE LE INFEZIONI?

La maggior parte delle infezioni si possono prevenire con questi semplici accorgimenti:
  • non far entrare acqua sporca nell’orecchio
  • evitare gli urti in prossimità dell’orecchio: possono danneggiare il timpano e favorire le infezioni
  • assicurarsi una diagnosi precoce facendo attenzione a sintomi come dolore o calo di udito
  • educare i bambini a non inserire corpi estranei nell’orecchio

QUANDO È OPPORTUNO CONSULTARE UNO SPECIALISTA?

Va consultato uno specialista se il bambino lamenta:
  • dolore all’orecchio
  • perdite di liquido
  • calo uditivo
  • problemi nello sviluppo del linguaggio
Giornata Mondiale dell’udito – 3 marzo 2017
1 Marzo 2017 | Blog

Giornata Mondiale dell’udito – 3 marzo 2017

Da alcuni anni ormai l’organizzazione mondiale della sanità ha istituito la giornata mondiale dell’udito che ricorre il 3 marzo. Lo scopo di questa giornata è sensibilizzare la popolazione sulla sordità e promuovere delle iniziative finalizzate alla prevenzione. Il tema del 2017 è Action for hear loss : informare sull’impatto economico che ha sulla popolazione il trattamento sanitario della sordità. Le perdite uditive che non vengono trattate (per via farmacologica, chirurgica o protesica) hanno un significativo impatto economico sia sulla spesa pubblica che sulle vite di chi ne è affetto. Prevenzione, diagnosi precoce e riabilitazione tramite apparecchi acustici sono efficaci strategie per ridurre il numero di persone colpite e limitare gli effetti negativi su chi già presenta un calo uditivo. Per prevenire la perdita uditiva bastano alcuni semplici accorgimenti:
  • utilizzare protezioni come cuffie o tappi antirumore quando si è esposti a suoni forti
  • limitare l’esposizione ad ambienti rumorosi
  • non acquistare giocattoli per bambini eccessivamente rumorosi
  • ridurre il volume di dispositivi mobili come telefoni e iPod
© Aures di Chiara Bassoli 2017 | via Vittorio Veneto, 21/d, 40131 - Bologna
p.iva 03585291200 | Note legali | Privacy e Cookies