Vedere con le orecchie, non è fantascienza

Da tempo, gli studi scientifici hanno dimostrato che chi perde la vista tende a sviluppare maggiormente il senso dell’udito. Il responsabile di questa riorganizzazione sensoriale è il cervello, in grado di riadattare i circuiti che elaborano informazioni sensitive come quelle acustiche. Ma come avviene questa compensazione? Ce lo spiega nel dettaglio questo articolo estratto dal blog Scientificast.

Continua a leggere

Autismo e aree sensoriali: udito, tatto e aspetti percettivi

Quando si parla di autismo, spesso, ci si riferisce principalmente alla sfera comportamentale, all’interazione sociale o all’ambito linguistico. Tuttavia è importante anche analizzare  il modo in cui le persone con disturbi dello spettro autistico percepiscono e fanno esperienza del mondo attraverso i sensi. In questo articolo scientifico, divulgato dall’agenzia di stampa DIRE per conto dell’Istituto di Ortofonologia, viene approfondito il legame tra autismo e aree sensoriali: lo riportiamo integralmente.

Continua a leggere

Impatto di un’ipoacusia leggera nella capacità cognitiva dei giovani

Le perdite di udito nei giovani sono in costante aumento e gli studi scientifici seguono con interesse questo nuovo campo, soprattutto in un’ottica di prevenzione dell’ipoacusia. Le ultime ricerche si soffermano sull’interazione tra udito e capacità cognitive, cercando di far luce su una tematica che comincia a destare preoccupazione anche tra la popolazione più giovane.

Continua a leggere

© Aures di Chiara Bassoli 2017 | via Vittorio Veneto, 21/d, 40131 - Bologna
p.iva 03585291200 | Note legali | Privacy e Cookies